Chi sono

Pagina

Luisa Rosini“Non conta ciò che ci accade ma come reagiamo a ciò che ci accade!”

Sono una che si fa tante domande e cerca di andare sempre oltre le apparenze.

Se dovessi dare una definizione di me potrei definirmi un life e business coach, nel senso di persona che aiuta altre persone a stare meglio nelle proprie relazioni con se stessi e con gli altri e le aiuta anche a costruire la propria carriera lavorativa.

Tutto è cominciato all’inizio degli anni 2000, quando l’incontro con la PNL mi ha confermato qualcosa che intuivo già da tempo, ossia quanto le nostre relazioni dipendano non solo da cosa diciamo, ma anche da come lo diciamo.

Negli anni successivi, grazie ai libri di Stephen Covey, Raffaele Morelli, Richard Bandler, Anthony Robbins, Nathaniel Branden, Paolo Crepet, Robin Norwood e tanti altri, ho cominciato a guardare le mie relazioni personali e la relazione con me stessa in un modo diverso.

In particolare ho cominciato ad assumermi sempre più la responsabilità delle mie relazioni, nel senso che, grazie alle letture fatte e ad alcuni corsi di crescita personale che ho seguito negli anni successivi, ho imparato a riconoscere come nascevano e come si sviluppavano e a comprendere quanto questo fosse correlato a schemi di relazione che avevo interiorizzato e a bisogni, di cui ero più o meno consapevole, che cercavo di soddisfare.

Interiorizzare nuovi schemi mi ha portato a modificare il mio dialogo interiore e quindi a modificare il mio modo di rapportarmi con gli altri. In particolare mi ha permesso di assumermi la piena responsabilità delle cose che mi accadono, che è il primo passo da fare per provare a cambiare ciò che non ci piace della nostra vita.

Più diventavo cosciente dello stretto legame che c’è tra il nostro modo di comunicare e la qualità delle nostre relazioni e più mi veniva naturale aiutare anche altre persone, per lo più amici, a comprendere meglio se stessi e le relazioni in cui erano coinvolti; facevo loro domande che li costringevano ad osservarsi da un’altra prospettiva e quindi a vedere cose che, fino a quel momento, erano rimaste nascoste ai loro occhi.

Mettere a disposizione di altre persone ciò che ho appreso, partendo dall’analisi della relazione con me stessa e con gli altri, e rendermi conto che riesco ad aiutarle a fare chiarezza dentro se stessi e quindi ad affrontare in modo più efficace qualche aspetto della loro vita, è per me fonte di grande gioia ed è per avere la possibilità di aiutare un numero sempre maggiore di persone che ho deciso di aprire il blog Chiedilo a Luisa, in cui mi racconto e metto a disposizione ciò che ho imparato sulle dinamiche delle relazioni, a partire da quella che ognuno di noi ha con se stesso.

Contemporaneamente continuo a esplorare l’animo umano attraverso le esperienze personali, le letture e la formazione continua per acquisire un metodo che mi permetta di aiutare gli altri in modo ancora più efficace.

A tutto questo aggiungo che in 30 anni di lavoro ho fatto anche tante esperienze professionali, in ambiti e con ruoli anche molto diversi da loro, e questo mi ha dato modo di osservare le dinamiche delle relazioni anche in ambito professionale sia dei singoli che delle aziende; relazioni tra colleghi, con i superiori, con i collaboratori, verso i clienti, verso i dipendenti, insomma tra persone che si relazionano perché lavorano insieme, ognuno nel suo ruolo.

In ogni ruolo che ho ricoperto ho avuto anche modo di osservare il mio dialogo interiore, di comprendere le mie difficoltà, i miei punti di forza e quanto alcuni eventi legati alla mia vita privata si siano ripercossi anche sul lavoro, nel bene e nel male.

Tutto ciò, oggi, mi permette di comprendere quali atteggiamenti possono aiutare e quali invece finiscono per ostacolare la nostra crescita professionale. Questa capacità mi permette di aiutare chi si approccia per la prima volta al mondo del lavoro o si trova in una fase di cambiamento professionale a focalizzarsi sulle proprie competenze, sulle proprie motivazioni e aspirazioni nonché sulle proprie paure e su tutte le convinzioni limitanti interiorizzate nel tempo, portandole ad una maggiore consapevolezza di sé e quindi ad una maggior fiducia in se stessi, che sono il punto di partenza per intraprendere un nuovo percorso professionale che ci permetta di raggiungere i nostri obiettivi.

In altre parole sono in grado di aiutare le persone a prendere coscienza dei propri punti di forza e di debolezza e delle motivazioni profonde che lo spingono verso un determinato lavoro e le aiuto a costruire un progetto di carriera, sia all’interno di un’azienda che come libero professionista o piccolo imprenditore.

Grazie per avermi letta fin qui!Luisa

 

 

Hai una domanda per me? Scrivimi usando il form sottostante oppure inviami una mail a scrivi@chiediloaluisa.it.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto (richiesto)

Il tuo messaggio (richiesto)

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali secondo quanto dichiarato nella Privacy Policy di Chiedilo a Luisa.